Lettura: come coinvolgo tutti i sensi quando mi dedico a un libro

Buongiorno e buon mercoledì a tutti i fantastici lettori di Bibliotefantasy.

Oggi non parlerò di un libro nello specifico, ma dell’atto della lettura in sé. Cosa c’è di più piacevole di una bella giornata (o serata) passata a leggere? Soprattutto quel momento in cui si apre un libro nuovo con la consapevolezza di iniziare una nuova avventura.
Ma leggere non è solo scorrere gli occhi sulle pagine di un libro (o e-book). Mi piace pensare alla lettura come a una vera e propria esperienza di vita, che coinvolge tutti i sensi del corpo, oltre a coinvolgere la mente.

Ogni volta che posso, cerco proprio di coinvolgere tutti i sensi mentre sto leggendo un libro e devo dire che questi “trucchetti” mi aiutano tantissimo a immergermi ancora di più nella lettura.

Vista

Nella bella stagione mi piace leggere circondata dal verde, in un parco o anche solo sul balcone di casa. La natura mi rilassa tantissimo e per qualche motivo mi aiuta a immergermi ancora di più nella lettura.
In inverno è più difficile riuscire a star fuori, quindi mi accoccolo sul letto o sulla sedia, mi avvolgo in una coperta e mi sento in Paradiso. A casa purtroppo non ho un camino, ma questo non mi scoraggia e grazie al computer e a Youtube, mi arrangio in qualche modo.

Giuro: se non si fa caso alla mancanza di calore, riprodotto su schermo intero sembra un vero caminetto. ^_^

Udito

Quando leggo non ascolto mai nessun genere di musica perché mi distrae. Quando però i rumori di casa o che provengono da fuori diventano troppo fastidiosi, quando qualche vicino decide di mettersi a martellare o un coro di cani si mette ad abbaiare, decido di ricorrere a soluzioni alternative.
Per l’occasione ho dei file mp3 dei cosiddetti “rumori bianchi” , che risultano molto utili in casi come questi. Su questo sito se ne possono scaricare molti gratuitamente, ma se ne trovano tantissimi anche su Youtube. Ne esistono di tutti i tipi, dal rumore della pioggia, a quello delle onde, dal ticchettio di un orologio, all’acqua che bolle sul fuoco. Il mio preferito, da amante dell’autunno,  è la pioggia che cade sulle foglie ❤ Così rilassante!

Autumn leaves
Photo by Daniel Frank on Unsplash

Olfatto

Lo ammetto: sono un’annusatrice di libri! Che sia fresco di stampa o vecchio, nuovo o usato, acquistato in libreria o su una bancarella, io il libro lo devo sempre annusare.
A dire il vero, non mi è mai capitato di trovare degli amanti di libri che non fossero anche degli “annusatori”, ma mai dire mai.
In alternativa, si può sempre accendere qualche candela profumata o incenso o diffusore di fragranze. Se si sceglie il profumo giusto, la lettura diventerà un’esperienza molto più piacevole.

A candle and a book

Gusto

Tranquilli, i libri li annuso ma non li mangio! Però di solito non posso rinunciare a bere un tè o una tisana (una bevanda fresca, se in estate) mentre sono immersa nella lettura. Il cervello vaga verso mondi lontani, ma intanto il mio stomaco brontola. Quindi, insieme al tè, possono mancare biscotti o dolciumi vari? Eh no. Quindi, tra una pagina e l’altra, finisce che sgranocchio qualcosa.

A cup of tea
Photo by Anjeli Lundblad on Unsplash

Tatto

Sfogliare le pagine di un libro è già di per sé una bella esperienza tattile, soprattutto se il libro è vecchiotto e ha una sua storia; il contatto con la carta ruvida fa volare la mente indietro nel tempo, verso quelle librerie di una volta molto più piccole di quelle moderne, ma anche molto più intime e “misteriose”. Ciò non toglie che si possa trovare piacere anche leggendo un e-book, magari optando per il contatto con il nostro animale domestico accoccolato al nostro fianco o della brezza tra i capelli quando leggiamo al parco o sulla spiaggia.

Hygge lettura
Photo by Abby Kihano from Pexels

Bonus

Un altro dei trucchetti che uso per immergermi ancora di più nella lettura è crearmi dei segnalibri personalizzati a seconda del genere di libro che sto leggendo. Al momento ne ho fatti sei: uno per quando leggo i classici dell’ottocento, uno per i libri di poesie e romanzi alla Jane Austen, uno per quando leggo i classici del teatro, uno per i greci, uno per il fantasy in generale, uno per i libri di Harry Potter e quello più recente, per la serie di Abarat.

Segnalibri Bibliotefantasy

Sono molto semplici e decisamente amatoriali e non mi importa se non sono perfetti; non impiego molto tempo a crearli, ma sono un piccolo vezzo nei confronti dei libri che amo di più. ❤

Grechina Divider

Purtroppo tutti questi accorgimenti non sono sempre applicabili, specie quando si è costretti ad andare di corsa, a leggere sui mezzi pubblici o nei piccoli ritagli di tempo. Ma è bello di tanto in tanto concedersi qualche coccola e fare di una piccola abitudine quotidiana un’esperienza memorabile.

E voi, avete qualche accortezza per rendere la lettura un’esperienza più piacevole?

14 pensieri su “Lettura: come coinvolgo tutti i sensi quando mi dedico a un libro

  1. Sono una (fissata) patita dei suoni bianchi e li ascolto spessissimo anche per addormentarmi, e anche mentre leggo per sovrastare i rumori fastidiosi. Faccio più o meno tutto quello che hai scritto, anche se non sono brava a fabbricare segnalibri, mi piace collezionarli! Il mio posto preferito rimane il bar (non tutti, ne ho qualcuno “di fiducia”), perché il rumore in sottofondo mi permette di creare la mia bolla e di concentrarmi meglio! Paradossalmente se c’è troppo silenzio tendo a distrarmi. 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Anche io sto diventando dipendente dai rumori bianchi, da quando li ho scoperti. Abitando in un condominio, anche la sera si sentono spesso rumori molesti. Al bar invece non riuscire mai a leggere, finirei con il distrarmi. Non ho mai capito nemmeno come facesse J.K. Rowling a scrivere capitoli interi. Io finirei col chiacchierare con qualcuno ^_^

      "Mi piace"

  2. Se mi metto al sole, mi piace godermi tutta la freschezza dell’aria, quindi non mi ci metto a leggere un libro.
    Coinvolgo i sensi in questo modo: come per te, anch’io adoro il profumo delle pagine, e sentire sotto i polpastrelli la carta. Non mangio nulla perché mangiare è un’altra cosa che faccio utilizzando tutti i sensi! Quindi, o leggo o mangio 😂 .
    E mi piace avere una musica di sottofondo, sì… spesso quella di Einaudi, o comunque di un pianoforte. La tengo proprio per non distrarmi dal mondo che mi circonda. La cosa buffa è che poi, ogni volta che riprendo quella musica, mi sembra di rivivere i personaggi e le sensazioni vissuti durante la lettura di quel determinato romanzo.

    Piace a 1 persona

    1. Anche a me è capitato. Una delle rare volte in cui ho ascoltato musica leggendo un libro è stato quando ho letto Cime Tempestose e in sottofondo tenevo il primo album di Anggun: da allora non riesco a sentire quelle canzoni senza associarle a Heathcliff e Cathy. Comunque è sempre raro che ascolti musica mentre leggo, forse perché sto invecchiando, chissà ^_^
      Grazie per aver condiviso la tua esperienza.

      Piace a 1 persona

  3. Pingback: 5 snack/bevande da lettura – BiblioteFantasy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...