5 libri da cui non potrei mai separarmi

Buongiorno a tutti/e. Nuovo venerdì e nuovo appuntamento con la rubrica 5 cose che…, ideato dal blog Twins books Lovers.

Il tema di oggi è 5 libri da cui non potrei mai separarmi ovvero, almeno per come l’ho interpretato io, cinque libri che hanno per me un grande valore affettivo.

Ecco quindi la mia lista:

1. C’era due volte il barone Lamberto, di Gianni Rodari

C'era due volte il barone Lamberto libro cover

Ce l’ho da quand’ero bambina ed è il libro che più di tutti mi ha avvicinato alla lettura.  Racconta la storia di un vecchissimo quanto ricchissimo banchiere, il Barone Lamberto. In vacanza in Egitto con il fedele maggiordomo Anselmo, gli viene rivelato il segreto dell’eterna giovinezza: l’uomo il cui nome è pronunciato resta in vita.  Lui lo prende in parola e… funziona davvero!
Ancora oggi, di tanto in tanto, lo rileggo e mi appassiona e mi diverte proprio come quando ero una bambina. Rodari era proprio un mago con le parole.

2. Cime Tempestose, Emily Bronte

Cime tempestose libro cover

Questo libro l’ho acquistato quando ero alle superiori, solo perché ci era stato assegnato tra i libri da leggere durante le vacanze. A dire il vero, non avevo nessuna voglia di leggerlo. Mi dava l’impressione di un polpettone noioso, che avrei dimenticato subito dopo averlo letto. Non avrei potuto sbagliarmi più di così.
La storia di Catherine e Heathcliff mi ha presa all’istante e così la storia di tutti gli altri personaggi. Mai prima di allora mi ero ritrovata a stare sveglia tutta la notte per divorare un capitolo dopo l’altro. Inutile dire che è rimasto il mio romanzo preferito e sebbene col tempo abbia letto anche la versione in lingua originale, questa mia prima copia me la porterò sempre nel cuore.

3. Una ragazza fuori moda, di Louisa May Alcott

Una ragazza alla moda libro cover

Oltre a Piccole Donne, la Alcott ha scritto altri romanzi, tra cui  Una ragazza fuori moda. E’ la storia di Polly, ragazza di campagna che si trova in città in visita dall’amica Fanny. Polly viene accolta molto bene in famiglia, ma la diversità tra lei e i ragazzi di città è abissale e le crea non pochi problemi, anche con la stessa Fanny e suo fratello Tom.
A questo libro ci sono molto affezionata poiché me lo ha regalato mia nonna, parecchi anni fa. Tra l’altro mi era sembrato proprio un regalo azzeccato, dato che anch’io mi sentivo un po’ un pesce fuor d’acqua come la protagonista. Dato che mia nonna oggi non c’è più, me lo tengo ancora più stretto.

4. Sogno di una notte di mezza estate, di William Shakespeare

Sogno di una notte di mezza estate libro cover

E’ stata la prima opera di Shakespeare che abbia mai acquistato. Ero ancora alle superiori ma non aveva nulla a che fare con i libri che dovevamo leggere per la scuola. A Shakespeare mi sono avvicinata grazie ad alcuni film, soprattutto il Romeo e Giulietta di Zeffirelli e l’Amleto di Kenneth Branagh e per mia curiosità mi sono avvicinata alle sue opere cominciando da questo commedia “fantasy” ambientata nel mondo delle fate.

5. I tre moschettieri, di Alexandre Dumas

I tre moschettieri libro cover

Questa copia illustrata de I tre moschettieri è un piccolo gioiello che ho acquistato anni fa a un mercatino. E’ composto da ben due volumi con la copertina rigida e la rilegatura elegante. Sfogliando le sue pagine, si ha l’impressione di leggere un libro antico e prezioso. Niente a che vedere con quelle edizioni super-economiche che si scollano quasi subito. Eppure ricordo di averlo pagato pochissimo. Ogni volta che lo guardo sul mio scaffale, mi sento come se avessi uno spiccato fiuto per gli affari!

Grechina Divider

E voi, avete qualche libro speciale da cui non riuscite proprio a separarvi?


Scopri gli altri “episodi” di 5 cose che…

20 pensieri su “5 libri da cui non potrei mai separarmi

  1. Tutti grandi classici e nessun fantasy contemporaneo! Non mi stupisce… è lo stesso anche per me. I libri da cui non potrei separarmi, che mi hanno segnato e di cui ho il ricordo più forte, sono i romanzi che amai da ragazzino. E sono tutt’altro genere rispetto a quello che sono solito leggere adesso.
    Mi viene da pensare che, ormai, nemmeno il libro più bello del mondo potrebbe segnarmi come fecero quelle letture. Sono troppo “cresciuto”, disincantato… cambiato. È un pensiero davvero triste.

    Piace a 1 persona

    1. A dire il vero ci sarebbe stato qualche libro contemporaneo, letto in un tempo più recente, ma li avevo già citati in post precedenti e avrei rischiato di ripetermi, quindi ho optato per i libri che mi hanno segnata nel passato. Alla fine però è vero: quando si pensa con affetto ai libri, si pensa a quelli letti nell’infanzia. Penso che lo stesso valga per i cartoni animati e i film (guai a chi mi tocca i primi due Indiana Jones, Ritorno al Futuro e i Goonies! 😀 )

      Piace a 1 persona

  2. «Ogni volta che lo guardo sul mio scaffale, mi sento come se avessi uno spiccato fiuto per gli affari!»

    Ahahahah, è vero, quando becchi la chicca, non ce n’è per nessuno: orgoglio a palla!😎

    "Mi piace"

  3. Di questi ho letto solo Cime tempestose, però un po’ perchè mi era stato imposto al liceo, un po’ perchè era in inglese e ai tempi non ci capivo granchè ho un po’ patito a leggerlo e ora non me lo ricordo più🙈 Forse dovrei dargli una seconda chance in italiano!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...