5 libri/personaggi in cui mi sono ritrovata

Buongiorno e buon venerdì a tutti i lettori e le lettrici di Bibliotefantasy.

Eccoci alla ormai consueta rubrica del venerdì, 5 cose che…, nata dal blog Twins Booklovers. Il tema di oggi è 5 libri/personaggi in cui mi sono ritrovata.

Leggendo tanti libri, può capitare di trovare personaggi che in un certo senso ci assomigliano nel carattere e nel modo di reagire alle avversioni. Quando questo accade, è facile entrare in sintonia sia con il libro che con il personaggio. Altre volte, invece, ci si rende conto che, per quanto vorremmo essere belli e impavidi come i protagonisti, nella realtà assomigliamo di più ai comprimari meno “cool”. A me è capitato anche questo e non me ne vergogno ^_^

Ecco quindi la mia lista dei personaggi in cui mi sono più ritrovata.

1. Jane Eyre

Jane Eyre interpretata da Ruth Wilson
Jane Eyre interpretata da Ruth Wilson nella miniserie BBC

L’eroina di Charlotte Brontë mi ha sempre affascinato tantissimo per la sua risolutezza, la sua forza e la sua passione. Tutte qualità nascoste dietro a un’apparente distacco dal mondo. In un certo senso, mi sono sempre sentita un po’ come lei: un vulcano celato dietro a un’apparente freddezza. Per questo motivo Jane è sempre stata una delle mie eroine numero uno. Non c’è bisogno di avere superpoteri per risultare donne forti e combattive.

2. Magrat Garlick

Nonna Ogg. Nonnina Weatherwax e Magrat
Nonna Ogg, Nonnina Weatherwax e Magrat Garlick

Una delle streghe presenti nei romanzi del Mondo Disco di Terry Pratchett, protagonista del ciclo delle streghe insieme a Nonnina Weatherwax e a Tata Ogg. Timida e impacciata, ha una visione del  mondo un po’ naïve e questo cozza spesso contro il cinismo di Nonnina Weatherwax. Prende il suo compito di strega molto seriamente, forse un po’ troppo, ma ha il cuore tenero e non sa dire di no quando qualcuno ha bisogno del suo aiuto. Magrat è il genere di persona che si preoccupa degli uccellini caduti dal nido (cit.). In tutto questo Magrat mi assomiglia molto, eccetto per il fatto di diventare una strega (o forse no? 😉 )

3. Sophie Hatter

Sophie Hutter nel negozio di cappelli

La protagonista de Il castello errante di Howl è una ragazza senza troppe pretese, che non si tira indietro di fronte alle responsabilità quotidiane, pur non senza un pizzico di amarezza. Potrebbe passare tutta la vita nella sua botteguccia di cappelli se la strega delle Terre Desolate non la trasformasse in una vecchina. Ma Sophie non si arrende ed è proprio da quell’incidente che iniziano le sue avventure.
Spesso mi prendo in giro da sola perché mi sento “vecchia dentro” e anch’io, come Sophie, ho bisogno di un “calcio nel sedere” per uscire dal mio guscio. Come non potevo non ritrovarmi in lei?

4. Alice nel Paese delle meraviglie

Alice nel Paese delle Meraviglie

A differenza di Alice, amo i libri anche quando non hanno illustrazioni, ma se c’è una cosa che mi accomuna con questo personaggio è la curiosità. Come Alice, infatti, non esiterei a seguire il Bianconiglio nella sua tana e, di conseguenza, a cacciarmi nei guai.

5. Neville Paciock

Neville Paciock

Ebbene sì. A volte (spesso) sono così distratta e pasticciona che non posso non riconoscermi nel più smemorato e pasticcione personaggio della saga di Harry Potter. Se dovessi ritrovarmi a Hogwarts probabilmente ne combinerei tante quante lui. E chissà, magari alla fine potrei dimostrare lo stesso coraggio ^_^

Grechina Divider

E a voi è mai capitato di leggere delle storie e trovare dei personaggi in cui vi siete ritrovati?


Scopri gli altri “episodi” di 5 cose che…

17 pensieri su “5 libri/personaggi in cui mi sono ritrovata

      1. Purtroppo sempre più spesso mi capita di non riuscire ad entrare. Forse sarà perché sono più grande di molte blogger del gruppo, forse per mille altri motivi, mi viene sempre più difficile partecipare.
        A parte ciò io ho passato un periodo abbastanza lungo senza leggere manga e poi ci sono tornata. In una maniera completamente diversa, con un approccio molto più selettivo ma ho scoperto che c’è sempre qualcosa da leggere.

        Piace a 1 persona

        1. Ti capisco per quanto riguarda i post. Anch’io mi trovo nella stessa situazione; fin’ora sono riuscita a cavarmela, ma effettivamente ci sono temi che a volte non sono proprio nelle mie corde. Vedremo. Magari recupererò vecchi argomenti, o magari salterò degli episodi e dedicherò quel giorno a un altro tipo di post.

          Amavo leggere i manga ma, vuoi per mancanza di spazio e per il fatto di non riuscire sempre a recuperare tutti i numeri, ho smesso e non ho più ripreso. Non credo che avrei la pazienza di riprendere ora :’-(

          "Mi piace"

          1. Per i manga, io seguo pochissime serie, pensa che Host Club è finito da almeno cinque anni. La soluzione si chiama volumi unici o serie molto brevi. Ora poi è tutto più facile grazie ad Amazon o alle fumetterie online.

            "Mi piace"

              1. Capita. Io mi mordo le mani per alcune serie che mi sono persa nel periodo in cui non stavo leggendo. Ma amen.
                Ti avviso però che i prezzi sono aumentati (oramai sono entrati in scia al trend graphic novel specie su alcuni formati e alcuni editori).
                Comunque, se potrà interessare, farò il mio resoconto dal Lucca Comics.

                "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...