Recensione Nella casa del verme

[Racconto] Nella casa del verme, di George R. R. Martin

Prendere un vecchio racconto di un autore famoso, aggiungere illustrazioni a piena pagina per dare un po’ più di “corpo” all’opera e venderlo spacciandolo per romanzo. E’ quello che la Mondadori è riuscita a fare con Nella casa del verme, di George R.R. Martin.
E poi piangono perché l’editoria cartacea è in crisi.

Continua a leggere “[Racconto] Nella casa del verme, di George R. R. Martin”

Annunci
Le 13 vite e mezzo del capitano Orso Blu Copertina

[Romanzo] Le tredici vite e mezzo del Capitano Orso Blu, di Walter Moers

Difficilmente mi è capitato di trovare romanzi che fossero avventurosi, divertenti e ricchi di fantasia a ogni pagina; Le 13 vite e ½ del Capitano Orso Blu è decisamente uno di queste rarità.
In circa 700 pagine di libro si trova una tale quantità di creature e situazioni bizzarre e originali, come non se ne trovano in intere saghe tutte assieme. E questo è solo il primo di una serie di romanzi ambientati nel magico continente di Zamonia.

Continua a leggere “[Romanzo] Le tredici vite e mezzo del Capitano Orso Blu, di Walter Moers”

Recensione Babadook copertina

[Film] Babadook, di Jennifer Kent

Babadook è la storia di un mostro.
Un mostro terrificante, che nella notte vaga per le stanze di una vecchia casa, di quelle fatte di legno, che scricchiolano a ogni sospiro del vento. Un mostro che emette versi agghiaccianti, terrorizzando a morte chiunque abbia la sfortuna di abitare in quella casa.
Questo mostro si chiama Samuel e ha sei anni.

Continua a leggere “[Film] Babadook, di Jennifer Kent”

Recensione Coco Copertina

[Film] Coco, di Lee Unkrich e Adrian Molina

Può un film spiegare ai bambini la morte eppure allo stesso tempo essere un meraviglioso inno alla vita e alla memoria? Può, può. E quando si parla di Disney Pixar, ormai non dovrebbe più nemmeno stupire, dato il numero di capolavori a cui ci ha già abituato. Invece, ogni volta ci si ritrova con un film ancora più bello del precedente, ancora più commovente e ancora più entusiasmante.
Coco, da poco uscito nelle sale italiane, riesce in tutto questo. In nemmeno due ore.

Continua a leggere “[Film] Coco, di Lee Unkrich e Adrian Molina”

Recensione Cristalli Sognanti Copertina

[Romanzo] Cristalli Sognanti, di Theodore Sturgeon

Inizio il 2018 con la recensione di questo romanzo di fantascienza datato 1950.
Di solito non seguo un criterio per i libri che leggo; lascio che a guidarmi siano l’ispirazione del momento e le sensazioni che mi suscitano le quarte di copertina o gli incipit dei libri stessi. Per questo motivo posso trovarmi a leggere un romanzo romantico di Jane Austen e subito dopo un horror di Stephen King (spesso anche nello stesso periodo. Difficilmente leggo solo un libro alla volta). E’ un po’ come se entrassi in biblioteca (o in una libreria) e le dicessi “Vediamo cosa mi regali, oggi. Stupiscimi!”.
Una delle gemme che la biblioteca mi ha regalato di recente, è Cristalli Sognanti, di Theodore Sturgeon.
Continua a leggere “[Romanzo] Cristalli Sognanti, di Theodore Sturgeon”

Recensione Bright copertina

[Film] Bright, di David Ayer

Cosa c’è di così speciale nel fantasy? Spesso gli appassionati di fantasy si sentono rivolgere questa domanda dai babbani non amanti del genere.

Per quel che mi riguarda, la risposta è sempre più o meno la stessa: perché è una delle massime espressioni della creatività umana, perché apre le porte a mondi diversi, originali e a possibilità inesplorate. Non è una fuga dalla realtà, più che altro un modo per esplorare diverse forme di realtà e attraverso di esse, capire un po’ di più la nostra.
«Davvero?» Chiede il profano guardandomi perplesso, «Per me il fantasy è sempre la stessa solfa: orchi (o troll) stupidi, elfi bellissimi, principesse da salvare, un signore oscuro da fermare, un oggetto magico da trovare/distruggere/proteggere. Dov’è tutta questa originalità?»
«Ma questi sono solo stereotipi!» Rispondo io indignata, manco mi avessero offeso la nonna. «Il fantasy è molto più di questo. Basta guardarsi un po’ attorno».

Del resto, negli ultimi anni il fantasy sta spopolando. Siamo lontani da quei tempi bui in cui il nostro genere preferito era relegato agli antri ammuffiti delle librerie, considerato una robetta per bambini, sfigati e scemi (spesso tutte e tre le cose assieme).
Oggi i produttori televisivi e cinematografici per il fantasy sono disposti a sborsare fior fior di soldoni.Con questi investimenti, produrranno sicuramente dei film fantastici, spettacolari e, dato che sono destinati al grande pubblico, sempre più originali, no?

Proprio di recente mamma Netflix ha sborsato ben 90 (novanta) milioni di dollari per un film fantasy intitolato Bright. Uscito in questi giorni sulla piattaforma streaming, vanta nel suo cast stelle del calibro di Will Smith e Noomi Rapace.

Continua a leggere “[Film] Bright, di David Ayer”

Recensione Trasporto Eccezionale copertina

[Film] Trasporto eccezionale: un racconto di Natale

Ogni anno, arrivato Dicembre, è sempre la stessa storia: luci di Natale, film di Natale, alberi di Natale, palle di Natale… a volte queste ultime un po’ più delle altre cose. E quando si parla di Natale, non possono che venire in mente Babbo Natale e i suoi aiutanti elfi.
Ma questa volta lasciamo da parte l’immagine bonaria dell’omone panciuto di rosso vestito, scaviamo a fondo (è il caso di dirlo) e dissotterriamo le antiche tradizioni nord europee.
E’ quello che fa questo piccolo gioiellino made in Finland, portandoci sulle tracce di una figura molto più affascinante, ma anche molto, molto più inquietante.

Continua a leggere “[Film] Trasporto eccezionale: un racconto di Natale”

Recensione L'anno della lepre copertina

[Romanzo] L’anno della lepre, di Arto Paasilinna

E’ strano come certi libri entrino a far parte della nostra vita e finiscano col lasciare un segno indelebile.
E’ un po’ come quegli incontri (rarissimi), dove con l’altra persona scambiamo appena poche chiacchiere, eppure già ci sembra di conoscerle da una vita; ci sentiamo compresi ed entriamo subito in sintonia come non ci è mai accaduto con nessun altro. Sembrano incontri tutt’altro che casuali, sebbene non abbiamo fatto nulla perché accadessero. Volendo azzardarci, potremmo addirittura chiamarlo Destino.
Ecco, più o meno è quello che è accaduto a me con L’anno della lepre.
Mi è stato regalato anni fa, da una mia ex collega di lavoro. Avendo saputo della mia passione per la scandinavia e del mio ritorno da un viaggio in Finlandia, ha pensato che avrei apprezzato questo romanzo, che per lei significava molto.
Non si sbagliava.

Continua a leggere “[Romanzo] L’anno della lepre, di Arto Paasilinna”

Recensione Train to Busan copertina

[Film] Train to Busan – In viaggio con lo zombie

Sono anni ormai che il cinema sud coreano produce film di alta qualità.
Senza andare a scomodare le opere del cinema impegnato, molti film di semplice intrattenimento si sono rilevati ottimi prodotti.

Dopo l’eccellente thriller psicologico Two Sisters, di Kim Jee-woon e il complesso monster movie The Host, di Bong Joon-ho, solo per citarne alcuni, oggi è lo zombie movie Train to Busan a ricevere le lodi del pubblico occidentale.
Sebbene in occidente questo genere sia ormai stra-abusato, non sono molti i film asiatici che hanno trattato questo tema.

Continua a leggere “[Film] Train to Busan – In viaggio con lo zombie”

Recensione Saving Mr. Banks copertina

[Film] Saving Mr. Banks – Se puoi sognarlo, puoi farlo (prima o poi)

Ammettiamolo: quanti di noi, nel periodo delle feste, si ritrovano col guardare sempre gli stessi film?
Ogni singolo Natale, da anni, non possiamo farne a meno. Se non li trasmettono in tv ce li guardiamo lo stesso, in dvd, o scaricati su usb, o in streaming. In extremis siamo perfino disposti a rispolverare la vecchia vhs sulla quale li avevamo registrati anni fa, quando dovevamo essere rapidissimi a premere pausa sul telecomando per non registrare anche la pubblicità (sigh!).
Insomma, questi film “storici”, non importa come, sotto Natale dobbiamo rivederli. E non importa nemmeno se siano a tema natalizio oppure no.
Uno di questi, almeno per me, è sicuramente Mary Poppins.
Chi non conosce la bambinaia più famosa e iconica di sempre? Quella che magicamente sistemava la camera disastrata dei bambini con uno schiocco di dita (invidia!), canticchiando “Con un poco di zucchero, la pillola va giù…” (non negate, lo so che l’avete canticchiata anche voi!).

Continua a leggere “[Film] Saving Mr. Banks – Se puoi sognarlo, puoi farlo (prima o poi)”