Avengers: Engame Recensione cover

[Film] Avengers: Endgame, di Anthony e Joe Russo

I film della Marvel possono piacere o non piacere, ma nessuno può mettere in dubbio che abbiano aperto delle nuove prospettive nel mondo del cinema.
Dopo ben ventuno film tutti legati tra loro, possiamo azzardarci a parlare di una sorta di serie tv cinematografica. Insieme a Infinity War, Avengers: Engame ci conduce alla resa dei conti, dove tutti (o quasi) i pezzi del puzzle disseminati in questi ultimi undici anni trovano il loro posto.
Al momento, della fase 4 sappiamo poco o nulla, ma di una cosa possiamo essere certi: niente sarà più come prima.
È la fine dei giochi, appunto. E la fine di un’era.

Disclaimer:
Questa recensione arriva con un po’ di ritardo, ma contiene spoiler quindi non proseguite la lettura se non avete ancora visto Endgame.

Grechina Divider

Continua a leggere “[Film] Avengers: Endgame, di Anthony e Joe Russo”

Recensione di La città dei libri sognanti

La città dei libri sognanti, di Walter Moers

Una delle sorprese più belle che mi ha fatto il 2018 è stata la scoperta di Walter Moers e della sua serie ambientata nel continente di Zamonia.
Esattamente un anno fa, mi trovavo a leggere e successivamente recensire Le tredici vite e mezzo del Capitano Orso Blu. Con lo stesso entusiasmo, oggi sono ancora qui a parlarvi di questa serie, che considero una delle più brillanti, originali e divertenti in assoluto, con la speranza di farla conoscere a quanti più amanti del fantasy possibili.

Da appassionata di libri e biblioteche, naturalmente non vedevo l’ora di leggere La città dei libri sognanti, interamente ambientato nella città di Librandia. Ho dovuto aspettare un po’, ma alla fine ce l’ho fatta e sebbene le mie aspettative fossero alte, posso dire che non sono state deluse.

Continua a leggere “La città dei libri sognanti, di Walter Moers”

Recensione di macchine Mortali

[Film] Macchine Mortali, di Christian Rivers

Sono una persona semplice: esce un film di ambientazione steampunk, corro al cinema a guardarlo. Senza bisogno di leggere recensioni o critiche e senza neanche il bisogno di un cast particolarmente famoso.
Nel caso di Macchine Mortali, poi, il film vanta sceneggiatori di tutto rispetto e questo, in genere, dovrebbe essere sufficiente come garanzia di qualità.

Ho adorato Il signore degli anelli e dopo tutti questi anni trovo ancora che sia uno dei migliori adattamenti cinematografici di una saga fantasy mai realizzati. L’ho amato così tanto da dare per scontato che il trio Walsh/Boyens/Jackson fosse sinonimo di qualità.
Poi è uscita la trilogia de Lo hobbit e questa fiducia si è incrinata. Escluso il primo film e la magnifica interpretazione di Martin Freeman, posso dire di aver gettato tutto il resto nella mia personale discarica delle opere dimenticabili.
Eppure la speranza che il trio potesse ritrovare la sua vena “magica” non era persa del tutto, infatti ho voluto dar loro fiducia anche con l’adattamento cinematografico di Macchine Mortali.

Continua a leggere “[Film] Macchine Mortali, di Christian Rivers”