Lista dei desideri per il 2018 e auguri

Ridendo e scherzando siamo davvero giunti alla fine del 2017.
Sembra solo ieri che stavamo boccheggiando per il caldo inclemente del perfido Lucifero, implorando per un po’ di frescura. E oggi siamo già qui a temere la neve.
Non per fare la solita retorica da “vecchietti”, ma davvero il tempo vola!
Il problema è che spesso sembra proprio scivolarci dalle mani e ci si ritrova con un anno in più sul groppone a chiederci cosa ne è stato dei propositi che avevamo fatto all’inizio dell’anno uscente.
Alcuni degli obiettivi si portano a termine, altri finiscono nella gora dell’eterno “e anche quest’anno lo facciamo l’anno prossimo”. Ma alla fine, che importa? L’importante è avere sempre nuovi sogni e nuovi obiettivi da raggiungere. E’ proprio questo che ci mantiene vivi e ci spinge ad alzarci ogni mattina dal letto, no?

Dei 50 libri che mi ero prefissata di leggere nel 2017, ne ho letti 39. Non è il massimo, ma è più della metà e considerato che con l’inizio di dicembre mi sono presa l’impegno di iniziare questo blog, sono comunque soddisfatta.
Per il 2018 cercherò di fare meglio (ahem…) e vediamo se riuscirò a tornare ai fasti del 2014, quando raggiunsi il record di ben 52 libri in un anno (il tempo è quello che è, purtroppo)!
Stendo invece un velo pietoso per quanto riguarda le serie tv, con le quali sono rimasta indietro in maniera imbarazzante. Ho ancora in lista Stranger Things 2, American Gods, The Hollow Crown 2, Gunpowder, Victoria 2, The Handmaid tale, Westworld e sto finendo in questi giorni The Crown 2. A queste andranno poi ad aggiungersi quelle in uscita nei prossimi mesi, quindi dovrò impegnarmi seriamente per recuperare.

Per il 2018 sono previste uscite davvero interessanti anche al cinema e anche in questo caso non so se riuscirò ad andare a vedere tutti i film che vorrei.
Ad ogni modo, tra libri, serie tv e film, ci sono già dei titoli che ho adocchiato e che vorrei riuscire a leggere e a vedere almeno entro la fine dell’anno venturo.

Chi teme la morte, Nnedi Okorafor

1. Chi teme la morte, di Nnedi Okorafor (Romanzo)
La storia è ambientata in un’Africa post-apocalittica del futuro. “Chi teme la morte” è la traduzione del nome Onyesonwu, figlia di una donna che è stata stuprata dopo la distruzione del suo villaggio. Grazie all’aiuto di uno sciamano, Onyesonwu scopre di avere dei poteri speciali e che il suo destino è quello di porre fine al genocidio della sua gente.
Sarò sincera, ho sentito parlare di questo romanzo da quando è uscita la notizia che George R.R. Martin sta lavorando all’adattamento per una serie tv. Tuttavia quello che mi ha davvero incuriosita è l’idea di un fantasy che prende ispirazione dalle tradizioni e dalla mitologia africana. Tra l’altro il romanzo ha ricevuto ottime recensioni e questo mi fa ben sperare.

Artemis Fowl, Eoin Colfer

2. Artemis Fowl, di Eoin Colfer (Serie di Romanzi)
Il primo libro della saga dell’autore irlandese è uscito nel 2001, ma io non l’ho mai letto.
Nel 2019 Kenneth Branagh ne farà un adattamento cinematografico e, dato che io adoro Kenneth Branagh, so già che il film andrò a vederlo. Quindi entro il 2018 devo fare i “compiti” e riuscire a leggere almeno il primo romanzo della serie.
La storia, tra l’altro, è anche interessante: Artemis Flow è un dodicenne dalla mente geniale, che usa le sue capacità per seguire le orme di famiglia e dedicarsi al crimine. Egli scopre un mondo abitato da creature fantastiche come elfi, fate e gnomi e non esita a usare le proprie “arti” per mettere le mani sui rinomati tesori del piccolo popolo.
Mi domando perché non l’abbia letto prima.

Macchine Mortali, Philip Reeve

3. Macchine Mortali, di Philip Reeve (Serie di Romanzi)
Del film, in uscita nel 2018, ne avevo già parlato Qui e andrò a vederlo sicuramente.
Come è logico pensare, però, i film di solito sono solo una punta del grande iceberg costituito dal romanzo e dato che la storia di questa serie sembra piuttosto complessa, mi sono proposta di leggere anche i libri (quantomeno il primo) entro quest’anno.
Ambientato in un mondo post-apocalittico, le città si sono evolute su macchine in movimento. Il genere è steampunk e dato che queste città sono in lotta tra loro per la supremazia, l’autore l’ha definito “darwinismo urbano”.  Non so voi, ma a me intriga parecchio.

Steambros Investigations

4. SteamBros Investigations. L’armonia dell’imperfetto, di Alastor Maverick & L. A. Mely (Romanzo)
Di ambientazione Steampunk è anche questo giallo in stile Sherlock Holmes.
Nicholas e Melinda Hoyt sono fratello e sorella che lavorano come investigatori presso la loro “Hoyt Brothers Investigations”. I due devono investigare sulla morte di un Lord, classificato come suicidio, ma che nasconde un mistero che solo i due fratelli riescono a intuire. Le indagini li porteranno a scoprire segreti sul loro passato.
Trovo molto affascinanti le ambientazioni Steampunk, dominate da impossibili marchingegni a vapore e simil-computer meccanici piazzati nell’800 Vittoriano. Qualsiasi romanzo o film di stampo Steampunk riesce sempre in qualche modo ad attirarmi, anche se non sempre riesce a convincermi. Ma questo romanzo mi ispira fiducia.

Black Panther Marvel

5. Black Panther, di Ryan Coogler (Film)
Per ritornare in tema di fantasy ambientati in Africa, non potrò farmi mancare questo attesissimo cinecomic Marvel.
Dopo la morte del padre, T’Challa torna a Wakanda in veste di re, ma deve difendere il suo regno da dei nemici che vogliono detronizzarlo. Per farlo, vestirà i panni del supereroe Black Panther.
Sarò un po’ cresciutella, ma io adoro i cinecomic della Marvel e per Black Panther ho un hype pazzesco. Tra l’altro nel suo cast vanta la presenza di Danai Gurira, una delle mie “girl crush” dalla seconda stagione di The Walking Dead.

Avengers: Infinity War Marvel

6. Avengers: Infinity War, dei fratelli Russo (Film)
E visto che siamo in tema di Marvel, come dimenticare l’uscita del film sulla battaglia delle battaglie? Gli Avengers si trovano ad affrontare un nemico più temibile dei precedenti: Thanos. Nella lotta per impedirgli di mettere le mani sulle gemme dell’infinito, a loro si uniranno i Guardiani della Galassia.
Ci sono tutti gli Avengers al completo, Spiderman, Black Panther, Doctor Strange, i Guardiani della Galassia, Loki che non si sa ancora da che parte starà e cosa combinerà… devo aggiungere altro?

The shape of water Gulliermo Del Toro

7. The shape of Water, di Gulliermo del Toro (Film)
Per quel che mi riguarda, Gulliermo del Toro è ormai una garanzia e questo film mi ha ispirato tantissimo sin dal primo trailer.
La trama sembra quella di una fiaba moderna dai toni romantici, ma anche molto amari (temo che si verseranno lacrime). Elisa è una donna muta che fa le pulizie in un laboratorio scientifico dove è tenuta in cattività una creatura anfibia dotata di grande intelligenza e sensibilità. Entrambe creature in qualche modo diverse e discriminate dai cosiddetti normali, i due finiscono con l’innamorarsi, ma il loro amore deve affrontare pericoli ben peggiori della diffidenza.
Il tema della “diversità” è stato affrontato più volte, tuttavia non è mai abbastanza. Del Toro sembra averlo fatto con una sensibilità rara, che è stata già elogiata dai critici. Io sono già pronta con i fazzoletti.

La vedova Winchester Helen Mirren

8. La vedova Winchester, di Michael e Peter Spierig (Film)
Film horror ispirato a una storia vera.
Lo so, ormai a questa storia dei film horror che “succedono cose soprannaturali però, no cioè, però la storia è vera, è successo veramente, neh!” non ci crede (quasi) più nessuno. Qualunque film horror che venga ancora commercializzato con questa premessa, andrebbe evitato a prescindere. In questo caso, però, la storia della vedova Winchester e della villa-labirinto che ha fatto costruire dopo la morte del marito è così suggestiva che valeva la pena di essere raccontata. E poi c’è Helen Mirren e… basta.

Good Omens Neil Gaiman Terry Pratchett

9. Good Omens (Serie tv)
Avevo letto Buona Apocalisse a tutti anni fa e sicuramente, in vista dell’uscita di questa serie tv, dovrò rifarlo.
La serie si ispira infatti dal celebre romanzo scritto a quattro mani dal compianto Terry Pratchett e da Neil Gaiman (già autore di American Gods). Il genere è umoristico e narra le vicende dell’angelo Azraphel e del demone Crowley impegnati nel cercare di evitare quella gran seccatura dell’Apocalisse.
Il cast vanta la presenza di due attoroni acclamati come Michael Sheen (Azraphel) e David Tennant (Crowley). La sceneggiatura è affidata allo stesso Gaiman. Più di così non so cosa potevano fare per convincermi a guardarla!

Doctor Who 13th Doctor Jodie Whittaker

10. Doctor Who stagione 11 (Serie tv)
Devo ammetterlo, il fatto che dopo più di cinquant’anni il Dottore abbia cambiato sesso non è che mi convinca molto. A interpretare la 13ima incarnazione dell’alieno più longevo della tv sarà infatti l’attrice inglese Jodie Whittaker.
Il mio dubbio non viene dal fatto che non ritenga una donna capace di interpretare il Dottore, quanto al fatto che questo cambiamento di rotta mi sembra più un modo per accontentare quella fetta di pubblico (sempre più numerosa e insistente) che chiede questo cambiamento dalla prima stagione della nuova serie. Il pubblico, intanto, si è diviso in due fazioni: quelli che hanno festeggiato l’evento come il segno di una rinascita anti-sessista e quelli indignati che hanno deciso di dire addio per sempre al Dottore. Chi avrà ragione? Personalmente non sopporto gli estremismi, e credo che darò un’opportunità a questa nuova Time Lord (NON Time Lady, per carità!).

Ecco, questa è la mia lista (poco esaustiva) di tutto quello che vorrei riuscire a leggere e vedere nel 2018. Ovviamente sarei felice di sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre liste d’attesa. Per quest’anno è tutto e auguro ai miei lettori un felicissimo 2018.

Happy New Year 2018

Annunci

6 pensieri su “Lista dei desideri per il 2018 e auguri

  1. Buon anno! Vedo una serie di titoli davvero interessanti nella tua lista :). Spero che Artemis ti convinca, lo ho letto quando è uscito e ammetto che, secondo me, il primo libro della serie è il migliore, magari quando vedrò la tua recensione ti spiegherò perché ;). Quanto a Good Omens spero che sia all’altezza delle aspettative, così come la nuova Time Lord (sono tra quelli che volevano questo cambiamento e spero che riesca a conquistare anche i più scettici).

    Mi piace

    1. Artemis Fowl spero di riuscire a leggerlo quanto prima, anche se ho altri libri ancora in lista. Comunque dovrei riuscire entro l’anno! 😉 Per quanto riguarda il Dottore, più vedo le reazioni furiose di certi “fans” e più mi convinco che Jodie sia stata la scelta giusta. La stanno praticamente giudicando un’incapace senza nemmeno sapere come sarà il suo Dottore. Staremo a vedere.

      Piace a 1 persona

  2. Buon anno!
    Come anche a te piacciono i film Marvel, devi sapere che ci sarà anche Deadpool 2, Iron Man 4, e anche… Venom! ma non so ancora le date di uscita in Italia.
    Se ti piace il fantasy (e ti capsico) ti consiglio l’app-librogame “Fra Tenebra e Abisso: il Marchio”. E’ gratis ed è da non perdere!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...